Attrazioni turistiche Scozia

Isola di Skye

CIsola di Skye in ScoziaL’isola di Skye è l'isola più grande delle Ebridi e offre un magnifico insieme di paesaggi marini e montani, al punto da essere ispirazione di racconti e leggende. All’epoca dei Vichinghi e dei Celti era soprannominata “isola nuvolosa, nebbiosa o alata”. Le sue variazioni climatiche contribuiscono a creare il fascino che attrae i turisti. Il paesaggio è selvaggio e dai colori purissimi. L’isola è lunga 77 chilometri ed è collegata con la terraferma da un ponte e dalla A87, a Portree, che attraversa Kyleakin Narrows, tra Kyle of Lochalsh e Kyleakin.

Il tempo minimo richiesto per una visita è di due giorni. In estate i turisti sono numerosissimi e vi sono anche molti interessanti festival. Il sud vi stupirà per il suo clima, insolitamente mite per la sua latitudine, grazie alla naturale protezione dai freddi venti oceanici data dalle montagne della regione. La parte sud è piuttosto pianeggiante, ma non mancano i panorami splendidi come ad Armadale, oppure come la spiaggia di Tarskavaig e quella di Ord Bay da dove si può assistere a tramonti indimenticabili con "the Cuillins" che fanno da sfondo. I Black Cuillins sono una catena montuosa a ferro di cavallo, che circonda la depressione glaciale di Loch Coruisk. Queste montagne, intervallate da burroni profondi, costituiscono una vera e propria sfida per gli scalatori appassionati ed esperti. I Cuillins sono montagne allo stesso tempo affascinanti e inquietanti, dai colori scuri, tendenti al nero e dalle forme aguzze e seghettate, e sono una delle principali attrazioni della regione centrale. La vista migliore si ottiene a Sligachan ove il panorama è davvero strepitoso, uno dei più struggenti di tutto il Regno Unito.Isola di Skye case

Una delle attrazioni più popolari dell’isola di Skye è il castello di Dunvegan. Si tratta di una fortezza famosa per essere stata la residenza dei MacLeod e sorge su un roccioso altipiano che domina il Loch Dunvegan, popolato da foche. La visita è certamente interessante ed è evocativa di memorie storiche miste a leggende, sulle personalità che vi hanno abitato. Il castello conserva ricordi del clan d’inestimabile valore, in particolare la Fairy Flag. Si tratta di un regalo d’addio che Ian, il quarto capoclan, avrebbe ricevuto dalla sua sposa, una fata con cui avrebbe vissuto per vent’anni. La leggenda narra che questa bandiera avesse il potere di proteggere il clan. All’interno del castello potrete ammirare anche la coppa di Dunvegan e il corno di Sir Rory Mor, il quindicesimo capoclan. Secondo la tradizione, una volta raggiunta la maggiore età, l’erede deve bere a gradi sorsi tutto il vino ivi contenuto, senza cedere o barcollare per l’ubriachezza.

Central Skye è ricca di villaggi, con case colorate e pittoresche, specialmente a Portree, il capoluogo, che mantiene un fascino antico. Interessante anche il villaggio di Broadford, il centro più sviluppato e moderno mentre a Carbost si trova una delle industrie più famose dell'isola, con una produzione tutta da gustare: le distillerie del Talisker, uno dei whiskey più tipici e famosi di tutta la Scozia.

Sono le estremità settentrionali dell'isola che possiedono il primitivo fascino delle terre del nord, dove il vento e il mutare del tempo rendono le giornate un’avventura. La costa nord-orientale è caratterizzata da particolari conformazioni rocciose: alcune si trovano presso The Storr, il punto più alto della costa, con pinnacoli e rocce davvero particolari che non vi stancherete di fotografare, come la vicina formazione di Quirang. Staffin invece è un bel villaggio, forse il più caratteristico di tutta Skye, nelle vicinanze ci sono delle belle cascate. La costa nord-occidentale è invece la parte più selvaggia e meno ospitale dell'isola, con rocce frastagliate battute dai forti venti dell'oceano. Neist point è molto panoramico, come pure Dunvegan che gode di un ottima vista sullo spettacolo dei Cuillins.

 

 

Ultimi articoli

Articoli più letti